Doppia zona: rondo 3 contro 1 più 3 contro 3 | YouCoach Salta al contenuto principale

Doppia zona: rondo 3 contro 1 più 3 contro 3

Doppia zona: rondo 3 contro 1 più 3 contro 3

 
Obiettivo
Materiale
  • 2 porticine (o 2 coppie di paletti)
  • 1 porta regolamentare
  • 3 casacche
  • Cinesini
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 1°quadrato 10x10 metri - 2°rettangolo 30x25 metri
  • Giocatori: 7 (6 di movimento + 1 portiere)
  • Tempo di svolgimento: 20 minuti
  • Numero di serie: 4 da 4 minuti con 1 minuto di recupero passivo dopo ogni serie
Sommario Obiettivi Secondari
Possesso palla in rondo 3 contro 1 più situazione di 3 contro 3 con conclusione in porta
Adattamento, Reazione, Dribbling, Smarcamento, Passaggio, Tiro in porta, Presa di posizione, Intercetto, Contrasto, Scaglionamento offensivo, Mobilità, 3 contro 1, Profondità, Possesso palla, Rifinitura, Inserimento, Pressione, Transizioni
Organizzazione

Creare con i cinesini, partendo dalla linea di fondo campo lato porta, un rettangolo di gioco profondo 25 metri e largo 30 metri. Adiacente ad esso, successivamente creare un quadrato centrale di 10 metri per lato. Negli spazi laterali al quadrato centrale, rivolte verso la linea di fondo campo, posizionare due porticine (in mancanza utilizzare due coppie di paletti) una a destra e una a sinistra rispetto la porta regolamentare (come in figura). Larghezza delle porticine 1,5 metri circa. A difesa della porta regolamentare si colloca un portiere. Nella zona più grande, denominata “zona di finalizzazione” (zona 2), si preparano due difendenti (giocatori bianchi in figura). All'interno del quadrato 10x10 metri (zona 1) si posizionano quattro giocatori con il pallone (tre rossi che fungono da attaccanti e un bianco che funge da difendente). 

Descrizione
  • L’esercizio inizia con un rondo 3 contro 1 all'interno del quadrato zona 1 (tre attaccanti rossi contro un difendente bianco in figura)
  • Gli attaccanti rossi dovranno effettuare minimo quattro e massimo sei passaggi consecutivi senza intercetto da parte dell'avversario per poi cercare di entrare nel 2° rettangolo di gioco (zona di finalizzazione - zona 2) e giocare un 3 contro 3 per concludere nella porta regolamentare
  • Anche il difendente posizionato nel quadrato di partenza, dove avviene il rondo inziale, può quindi entrare nella zona di finalizzazione per aiutare i compagni a difendere la porta e cercare di riconquistare palla
  • Se i difensori bianchi recuperano palla andranno alla ricerca del gol nelle due porticine laterali (gli attaccanti dovranno difenderle e cercare di recuperare il possesso del pallone)

 

Regole
  • Nel rondo 3 contro 1 se il difensore intercetta la palla si interscambia di ruolo con l’attaccante che ha sbagliato (se non c'è fluidità nel possesso, semplicemente il difensore restituisce palla agli attaccanti perchè riprendano il gioco)
  • Nel rondo 3 contro 1 gli attaccanti hanno a disposizione al massimo due o tre tocchi per la giocata
  • Al termine di ogni azione di gioco, ruotare di posizione i tre giocatori difendenti: girandoli nel ruolo di difensore nel rondo in zona 1 e nei ruoli di difensori bassi della porta regolamentare in zona 2
  • Al termine di ogni serie invertire la squadra che attacca (giocatori rossi) con quella che difende la porta regolamentare (giocatori bianchi) 
Varianti
  1. Il difendente nel rondo non può aiutare i propri compagni nella difesa della porta regolamentare (non può entrare in zona 2), si avrà quindi una situazione di superiorità numerica di 3 contro 2 a favore di chi attacca e conclude nella porta regolamentare
Temi per l'allenatore
  • Stimolare gli attaccanti ad essere sempre utili smarcandosi in zona luce per dare soluzioni al compagno in possesso di palla con mobilità continua 
  • Stimolare il difensore nel quadrato dove avviene il rondo iniziale, a portare una continua pressione per indurre in errore gli avversari
  • Curare gli aspetti di tattica individuale e collettiva di reparto a 3 da parte dei difensori durante la difesa della porta regolamentare
  • Stimolare reazione e adattamento veloce dei giocatori alle transizioni: organizzarsi velocemente nel passaggio dalla fase di possesso a non possesso palla e viceversa

Articoli correlati